La mia biografia

Da sempre attento al Territorio in cui vivo e che amo.

Chi è Luca Rossi?
Consigliere Regionale dal 10/04/2018 al 30/06/2019.
Ho un’ esperienza di 25 anni in politica e amministrazione.
Consigliere Comunale a Valenza dal 1996 ad ottobre 2020.
Nel 1995 ho cominciato a far politica con Forza Italia.
Sono stato Presidente del Consiglio Comunale di Valenza dal 2010 al 2015 e
Consigliere provinciale di Alessandria dal 1999 al 2018.

Cosa significa essere attenti alla politica locale?
Bisogna ascoltare le persone e i gruppi
che hanno richieste precise per la propria crescita economica e per il benessere della propria famiglia.

Cosa vuole per la provincia di Alessandria?
Maggiori collegamenti con Milano e migliori per Genova.
Vogliamo che non venga isolata dalla Regione e dall’Italia.
Per l’alessandrino chiediamo una stazione sulla linea ad Alta Velocità legata al Terzo Valico o altre infrastrutture che agevolino i cittadini e le economie.
Che il ragionamento sul retroporto di Genova sia nella agenda dei lavori del Piemonte.
Il nostro turismo deve partire dai luoghi di interesse storico come Marengo, dal fascino del Monferrato e dell’Appennino. Ma penso ai paesi e alle Pro Loco che tutelano un patrimonio di sapori e saperi incredibili. Sono una scoperta ogni volta che vado ad una Festa locale.

Servono competenze per fare politica?
Intanto servirebbero 25 o 26 ore di tempo al giorno. Tra appuntamenti, doveri in aula consiliare e in commissione, esigenze del Territorio e un minimo di spazio per la famiglia, o si ha un solido bagaglio politico, altrimenti diventa difficile rispondere ai bisogni dei cittadini.

Il valore della politica è in crisi?

No. La Politica serve per la nostra Democrazia. La seconda Repubblica ha portato sicuramente il ricambio, ma si sente la necessità di percorsi formativi per i più giovani. Riportiamo la formazione al centro dell’impegno sociale.

Territorio

Territorio

Attività in Regione

Attività in Regione

Il mio percorso amministrativo

Il mio percorso nelle istituzioni amministrative, nel territorio, in Regione.
Il mio impegno, la nostra storia.

Cosa possiamo costruire con la Regione Piemonte

Proseguendo la storia multiculturale e religiosa del Piemonte, con la Regione possiamo superare le cause di disuguaglianza sociale lavorando con i Comuni, le associazioni, il volontariato e con le Imprese che possano crescere, produrre e tornare a dare un’occupazione piena ai nostri figli.

Fatto in Regione

L’Alessandrino è un territorio dalle potenzialità enormi, assolutamente tenuto ai margini dalle attuali politiche regionali del centro sinistra. La musica dovrà cambiare.
Si può tornare alla felice esperienza del Governo Ghigo – Forza ITALIA – che ha dato grandi e concrete opportunità al Piemonte.

“Non vogliamo essere distanti dalla Regione.”

Calendario eventi e incontri

Lo spazio vero del Consiglio Regionale è tra la gente!
Dialogare, creare ponti, far crescere ciò che conta ascoltando chi vive il quotidiano con grande determinazione.

Gazebo in Corso Garibaldi a Valenza

Gazebo in Corso Garibaldi a Valenza

Corso Giuseppe Garibaldi, 15048 Valenza AL, Italia
11 Mag 2019 09:30 AM - 12:30 PM
Incontro con Alberto Cirio

Incontro con Alberto Cirio

Via Roma, 120, 15033 Casale Monferrato AL, Italia
11 Mag 2019 04:00 PM - 06:00 AM

Consiglio regionale del PiemonteIN PIEMONTE NASCERA' L'AZIENDA ZERO

SUL MODELLO VENETO. ICARDI IN QUARTA COMMISSIONE: "PIETRA MILIARE PER ASSISTENZA E MEDICINA DI TERRITORIO".

Una rivoluzione per l’assistenza sanitaria piemontese, quella descritta nell’informativa dell’assessore alla Sanità Luigi #Icardi svolta in Quarta Commissione, presieduta da Alessandro #Stecco. Icardi l’ha definita “una pietra miliare per l’assistenza e la medicina del territorio” e tra le altre cose, prevede anche l’istituzione di una Azienda Zero che coordini le attività di Asl e Aso.

Il provvedimento, che a breve verrà discusso in Commissione e in Aula, “si serve degli strumenti messi a disposizione nell’ambito dell’Accordo collettivo nazionale dei medici di medicina generale per sviluppare forme associative e fornire risposte più adeguate sul territorio”.

“In linea con le raccomandazioni dell’Ocse – ha proseguito Icardi – s’intende creare una rete di assistenza territoriale realmente integrata con gli ospedali per ridurre la disparità di accesso alle cure, favorire la sostenibilità del sistema e migliorare la qualità delle cure attraverso nuovi modelli organizzativi e il potenziamento e la valutazione del capitale umano”. Per realizzare tale riforma la Regione investirà 10 milioni di euro l’anno.

Tra le principali novità – illustrate da Icardi con il coordinatore del Gruppo di lavoro per il miglioramento dell’organizzazione sanitaria in Piemonte Ferruccio Fazio e il direttore generale della Sanità Fabio Aimar – nuovi sistemi di monitoraggio sul funzionamento degli strumenti che vengono messi in campo per la presa in carico della cronicità per evitare per quanto possibile che si trasformi in acuzie e migliore accessibilità alle prestazioni attraverso la medicina di rete soprattutto nelle aree più disagiate attraverso l’istituzione di una Azienda Zero che sul modello di quella attivata in Veneto, sia sovraordinata rispetto ad Asl e Aso e coordini gli interventi”.

Al presidente Stecco, che ha aperto il dibattito, l’assessore ha risposto che “le regioni che hanno già intrapreso progetti simili a quello del Piemonte sono Veneto, Emilia Romagna e, in parte, Toscana”.

A Domenico #Ravetti, intervenuto per il Pd con Domenico #Rossi, Daniele #Valle, Mauro #Salizzoni e Alberto #Avetta, ha assicurato che “questo provvedimento costituisce una sorta di pilastro di quello che sarà il futuro Piano sociosanitario regionale”.

A Marco #Grimaldi (Luv) ha spiegato che il nuovo Disegno di legge “contribuirà anche a potenziare attività e operatività delle Case della salute”.

A Valter #Marin (Lega) ha infine fatto presente che “la figura dell’infermiere di comunità sarà sempre più integrata nella medicina territoriale anche attraverso personale assunto per funzioni diverse dall’essere alle dipendenze del medico di medicina generale”.
... Mostra di piùMostra meno

Visualizza su Facebook

Regione PiemontePAULO DYBALA SCENDE IN CAMPO CONTRO IL COVID
AL FIANCO DELLA REGIONE PIEMONTE
“Si vince solo se sapremo fare squadra”

“Non sottovalutiamo questo virus: questo virus si vince solo se sapremo fare squadra. Indossate la mascherina, proteggendo voi, proteggerete anche gli altri. Insieme ce la faremo”.
Parola di Paulo Dybala

La maglia numero 10 della Juventus scende in campo contro il #coronavirus e, accogliendo l’appello della Regione #Piemonte, offre il proprio volto alla campagna istituzionale per ricordare a tutti l’importanza di indossare la mascherina.

“Oggi più che mai i nostri comportamenti sono fondamentali per riuscire a vincere questa battaglia - sottolinea il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio - Siamo riconoscenti a Paulo Dybala per la sensibilità con cui ha immediatamente risposto al nostro appello, facendosi portavoce di un messaggio prezioso che riguarda l’uso della mascherina ma anche il bisogno di restare uniti, perché questa partita, la più importante, la vinceremo solo facendo squadra con tenacia e senso di responsabilità. Sono certo che il suo volto e la sua voce sapranno raggiungere tantissime persone, soprattutto i più giovani. E non ho dubbi che altri campioni del nostro Piemonte scenderanno presto in campo per aiutarci e sostenerci in questa sfida”.

Il video è stato realizzato con il supporto tecnico della Juventus e inquadra La Joya all’interno del Palazzo della Regione Piemonte, affacciato su Piazza Castello. Sullo sfondo la Mole Antonelliana e Palazzo Madama, primo Senato della storia del nostro Paese, un simbolo per Torino e per l’Italia.
... Mostra di piùMostra meno

Visualizza su Facebook

Alberto Cirio📌 Questa mattina in Giunta abbiamo approvato uno stanziamento di oltre 10 milioni di euro per il rinnovo della flotta di #autobus destinati al trasporto pubblico locale. Abbiamo anche confermato le risorse per il rimborso dei titoli di viaggio, compresi gli #abbonamenti, non utilizzati nel periodo di lockdown. ... Mostra di piùMostra meno

Visualizza su Facebook

Mandami un tuo messaggio

Il dialogo fra le persone permette di allargare la ragione e aprire spazi di libertà e arricchimento reciproco.